REPUBBLICA ITALIANA
GAZZETTA UFFICIALE
DELLA REGIONE SICILIANA

PARTE PRIMA
PALERMO - VENERDÌ 6 MAGGIO 2005 - N. 19
SI PUBBLICA DI REGOLA IL VENERDI'

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: VIA CALTANISSETTA 2/E - 90141 PALERMO
INFORMAZIONI TEL 7074930 - ABBONAMENTI TEL 7074926 INSERZIONI TEL 7074936 - FAX 7074927

AVVERTENZA
Il testo della Gazzetta Ufficiale è riprodotto solo a scopo informativo e non se ne assicura la rispondenza al testo della stampa ufficiale, a cui solo è dato valore giuridico. Non si risponde, pertanto, di errori, inesattezze ed incongruenze dei testi qui riportati, nè di differenze rispetto al testo ufficiale, in ogni caso dovuti a possibili errori di trasposizione

Programmi di trasposizione e impostazione grafica di :
Michele Arcadipane - Trasposizione grafica curata da: Alessandro De Luca - Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti

CIRCOLARI

ASSESSORATO DELL'AGRICOLTURA E DELLE FORESTE


CIRCOLARE 28 aprile 2005, n. 7.
Modifiche alla circolare del 25 marzo 2004 sulla tenuta della contabilità aziendale.

AI SERVIZI DELLA I DIREZIONE
AGLI ISPETTORATI PROVINCIALI DELL'AGRICOLTURA
ALLE CONDOTTE AGRARIE
ALLE SEZIONI OPERATIVE PER L'ASSISTENZA TECNICA
ALLE SEZIONI OPERATIVE PERIFERICHE PER L'ASSISTENZA TECNICA
ALL'ENTE DI SVILUPPO AGRICOLO
ALL'ISTITUTO REGIONALE VITE VINO
ALLA FEDERAZIONE REGIONALE AGRICOLTORI
ALLA CONFEDERAZIONE ITALIANA COLTIVATORI
ALLA FEDERAZIONE REGIONALE COLTIVATORI DIRETTI
ALL'UNIONE GENERALE COLTIVATORI
ALL'ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE
ALLA LEGA NAZIONALE COOPERATIVE ITALIANA
ALL'UNIONE NAZIONALE COOPERATIVE ITALIANE
ALLA CONFEDERAZIONE COOPERATIVE ITALIANE
AGLI ORDINI PROVINCIALI DEI DOTTORI AGRONOMI
AI COLLEGI PROVINCIALI DEI PERITI AGRARI
AI COLLEGI PROVINCIALI DEGLI AGROTECNICI
La presente circolare sostituisce integralmente la precedente circolare sulla tenuta della contabilità aziendale del 25 marzo 2004, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana parte prima n. 16 del 9 aprile 2004, e la successiva modifica del 23 luglio 2004, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana, parte prima, n. 31.
PREMESSA
Il regolamento (CE) n. 1257/99, all'art. 5, individua nella redditività dell'azienda agricola un requisito essenziale per l'ottenimento del sostegno comunitario agli investimenti aziendali; in analogia a quanto previsto nelle misure del P.O.R. inerenti gli investimenti aziendali.
Al fine di determinare il livello di reddito aziendale, si è adottato quale parametro di riferimento per le attività agricole, il reddito lordo standard aziendale (R.L.S.A.) che deriva dall'insieme dei R.L.S., determinati per le singole attività produttive in relazione alle colture ed agli allevamenti praticati nell'azienda.
Le misure del P.O.R.-Sicilia che prevedono la tenuta della contabilità aziendale sono:
-  misura 4.06 "investimenti aziendali per l'irrobustimento delle filiere agricole e zootecniche";
-  misura 4.07 "insediamento e permanenza in azienda di giovani imprenditori/trici agricoli";
-  misura 4.11 "ricomposizione fondiaria";
-  misura 4.15 "promozione dell'adeguamento e dello sviluppo delle zone rurali".
Le misure prevedono l'impegno dei beneficiari a tenere una contabilità aziendale, almeno di tipo semplificato. Si considera contabilità del tipo semplificato:
-  la tenuta dei libri delle entrate-spese, con documenti giustificativi;
-  l'elaborazione di un bilancio annuale concernente lo stato dell'attivo e del passivo dell'azienda e il conseguente reddito lordo aziendale.
Adempimenti previsti nei bandi
Misura 4.07 "Insediamento e permanenza in azienda di giovani imprenditori/trici agricoli"
A chiusura di esercizio finanziario (anno solare), entro i 4 mesi successivi (30 aprile di ogni anno), i libri contabili, unitamente al bilancio annuale, dovranno essere visionati dai tecnici delle sezioni operative di assistenza tecnica (attuali unità operative del servizio IX - servizi allo sviluppo) che attesteranno sulla corretta tenuta degli stessi provvedendo al rilascio del relativo attestato ed alla trasmissione dello stesso agli ispettorati provinciali dell'agricoltura competenti per territorio nei termini previsti nel Complemento di programmazione.
Le scritture contabili dovranno essere conservate in azienda per un periodo di 5 anni dalla chiusura dell'esercizio contabile, in modo da permettere eventuali controlli da parte degli enti delegati competenti.
Qualora entro la data di cui sopra, in assenza di comunicazioni di impedimenti per cause di forza maggiore, non viene presentata la documentazione contabile in argomento, le S.O.A.T. provvederanno a comunicare la mancata vidimazione all'ispettorato provinciale dell'agricoltura competente per territorio, il quale avvierà le procedure di revoca del provvedimento concessivo, su proposta della precitata S.O.A.T.
Pertanto, l'Assessorato, attraverso i propri uffici periferici (S.O.A.T.), svolgerà un'azione di tutoraggio a supporto dell'attività dei giovani imprenditori insediati, per un periodo pari almeno a 6 anni dalla data di emanazione della decisione individuale di concedere l'aiuto destinato ad agevolare l'insediamento dei giovani agricoltori (decreto ispettoriale di concessione e liquidazione parziale o totale).
Congiuntamente, gli ispettorati provinciali dell'agricoltura trasmetteranno alle competenti sezioni operative gli elenchi dei giovani che si insedieranno annualmente.
Le sezioni operative, in base agli elenchi trasmessi, provvederanno a contattare i giovani agricoltori insediatisi, fornendo la necessaria assistenza tecnica, tutorando gli adempimenti previsti nel piano di intervento e nel provvedimento ispettoriale.
Misura 4.11 "Ricomposizione fondiaria"
A chiusura di esercizio finanziario (anno solare), entro i 4 mesi successivi, i libri contabili, unitamente al bilancio annuale, dovranno essere visionati dalle unità operative del servizio IX ricerca applicata, sperimentazione, assistenza tecnica e divulgazione competenti per territorio ove insiste l'azienda beneficiaria che attesteranno sulla corretta tenuta degli stessi provvedendo al rilascio del relativo attestato ed alla trasmissione dello stesso, all'Ismea di Roma, via Nizza n. 128, c.a.p. 00198 e, per conoscenza, all'Assessorato dell'agricoltura e delle foreste - dipartimento regionale interventi strutturali - servizio 7° - unità operativa n. 35 a mezzo posta elettronica al seguente sito: agri1.proprieta@regione.sicilia.it, entro il mese successivo alla precitata scadenza.
Le scritture contabili dovranno essere conservate in azienda per un periodo di 5 anni dalla chiusura dell'esercizio contabile, in modo da permettere eventuali controlli da parte degli enti delegati competenti. Qualora entro la data di cui sopra, in assenza di comunicazioni di impedimenti per cause di forza maggiore, non viene presentata la documentazione contabile in argomento, le unità operative provvederanno a comunicare la mancata vidimazione all'Assessorato dell'agricoltura e delle foreste - dipartimento regionale interventi strutturali - servizio 7° - unità operativa n. 35 a mezzo posta elettronica al seguente sito: agri1.proprieta@regione.sicilia.it, il quale avvierà le procedure per la revoca dei benefici concessi. Inoltre, l'Assessorato dell'agricoltura e delle foreste - dipartimento regionale interventi strutturali - servizio 7° - unità operativa n. 35, a mezzo posta elettronica trasmetterà all'inizio di ogni nuovo anno solare alle competenti sezioni operative gli elenchi dei soggetti che nell'anno precedente hanno stipulato ai sensi della misura 4.11. Le unità operative, in base agli elenchi trasmessi, provvederanno a contattare i predetti beneficiari, fornendo la necessaria assistenza tecnica.
Misura 4.06 "Investimenti aziendali per l'irrobustimento delle filiere agricole e zootecniche"
E' previsto l'obbligo della tenuta della contabilità, con le stesse modalità della misura 4.07 per una durata di 5 anni a partire dall'anno solare successivo alla concessione del premio.
Misura 4.15 "Promozione dell'adeguamento e dello sviluppo delle zone rurali"
E' previsto l'obbligo della tenuta della contabilità, con le stesse modalità della misura 4.07.
Applicazione e semplificazione per le misure 4.11
Misura 4.11 "Ricomposizione fondiaria"
Ai fini del monitoraggio del mantenimento dei requisiti per l'accesso alla misura ogni destinatario finale dell'aiuto è obbligato, per tutta la durata del piano di ammortamento, alla tenuta della contabilità aziendale semplificata, con le modalità ed i contenuti previsti dai regolamenti comunitari.
A tale scopo (monitoraggio) a chiusura di esercizio finanziario "anno solare", entro i 9 mesi successivi i destinatari finali dovranno obbligatoriamente presentare all'ISMEA, il modello di Reporting fornito dalla stessa, compilato in tutte le sue parti.
Le scritture contabili dovranno essere conservate in azienda per un periodo di 5 anni dalla chiusura dell'esercizio contabile, in modo da permettere eventuali controlli da parte degli enti delegati competenti. Qualora entro la data di cui sopra, in assenza di comunicazioni di impedimenti per cause di forza maggiore, non viene presentata la documentazione contabile in argomento, l'ISMEA provvederà a comunicare la mancata presentazione all'Assessorato dell'agricoltura e delle foreste - dipartimento regionale interventi strutturali - servizio 7° - unità operativa n. 35 a mezzo posta elettronica al seguente sito: agri1.proprieta@regione.sicilia.it, il quale avvierà le previste procedure.
Applicazione e semplificazione per le misure 4.07, 4.06 e 4.15
I beneficiari che hanno l'obbligo di tenere la contabilità ai fini P.O.R., per le dimensioni economiche dell'azienda, sono sottoposti ad una normativa fiscale i cui adempimenti sono sicuramente maggiori rispetto alla "contabilità semplificata".
In considerazione dell'elevato numero di destinatari ultimi e delle norme esistenti in materia fiscale, tributaria e previdenziale a cui gli imprenditori sono tenuti ad attenersi, l'obbligo della compilazione dei libri contabili e della redazione del bilancio aziendale per le misure su indicate, può essere sostituito dalla presentazione di un modello di bilancio aziendale da redigere nelle forme della autodichiarazione secondo l'allegato 1. Le aziende non sottoposte alla tenuta della contabilità fiscale devono tenere i registri prima nota su cui annotare i movimenti contabili e redigere l'autodichiarazione secondo l'allegato 1.
Scadenza annuale:
Per tutte le misure la scadenza annuale è prevista a chiusura di esercizio finanziario (anno solare), entro il 30 settembre.
Qualora la data di insediamento del giovane agricoltore ricada nel secondo semestre dell'anno (luglio-dicembre) non vi sarà l'obbligo di presentazione dell'autodichiarazione secondo l'allegato 1; la ditta in questione presenterà, nei tempi previsti, la suddetta dichiarazione riguardante i dati contabili relativi al periodo compreso tra la data di emissione del decreto e la data di chiusura dell'esercizio successivo. L'unità operativa competente rilascerà il relativo attestato specificando il periodo interessato alla certificazione.
Qualora invece, la data di insediamento del giovane agricoltore ricada nel primo semestre dell'anno (gennaio-giugno) l'azienda avrà l'obbligo di presentare i libri contabili o l'autodichiarazione di redditività secondo l'allegato 1.
Il periodo di tenuta della contabilità è quello previsto dal bando di riferimento.
Le scritture contabili dovranno essere conservate in azienda per un periodo di 5 anni dalla chiusura dell'esercizio contabile, in modo da permettere eventuali controlli da parte degli enti delegati competenti. Qualora entro la data di cui sopra, in assenza di comunicazioni di impedimenti per cause di forza maggiore, non viene presentata la documentazione contabile in argomento, le unità operative provvederanno a comunicare la mancata presentazione all'IPA competente per territorio, il quale avvierà le procedure di competenza.
Gli IPA trasmetteranno, a cadenza semestrale, alle competenti unità operative per territorio gli elenchi completi dei beneficiari con tutte le indicazioni anagrafiche, aziendali e l'indicazione dell'ubicazione della superficie aziendale prevalente, su supporto cartaceo ed informatico.
Le unità operative, in base agli elenchi trasmessi, provvederanno ad informare sia i giovani agricoltori insediatisi, che gli altri beneficiari delle misure 4.06 - 4.15 al fine di fornire la necessaria assistenza tecnica, tutorando gli adempimenti previsti nel piano di intervento e nel provvedimento ispettoriale.
Le unità operative del servizio IX - servizi allo sviluppo redigeranno l'attestazione di corretta tenuta della contabilità aziendale secondo lo schema allegato n. 2.
Tale attestazione non certificherà il raggiungimento della redditività aziendale espressa in UDE.
Tali procedure consentono ugualmente di rispettare la strategia finale a livello comunitario e degli Stati membri che mira ad una maggiore conoscenza da parte dell'imprenditore agricolo della struttura economica della propria azienda e del livello di redditività concernente lo stato dell'attivo e del passivo dell'azienda.
Le presenti disposizioni si applicano a tutti gli interventi realizzati con le risorse finanziarie del P.O.R. 2000-2006 nell'ambito delle misure in questione.
Il dirigente generale del dipartimento regionale interventi strutturali: CROSTA

Cliccare qui per visualizzare gli allegati in formato PDF


(2005.17.1143)
Torna al Sommariohome


101*


MICHELE ARCADIPANE, direttore responsabile
FRANCESCO CATALANO, condirettoreMELANIA LA COGNATA, redattore

Ufficio legislativo e legale della Regione Siciliana
Gazzetta Ufficiale della Regione
Stampa: Officine Grafiche Riunite s.p.a.-Palermo
Ideazione grafica e programmi di
Michele Arcadipane
Trasposizione grafica curata da
Alessandro De Luca
Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti


Torna al menu- 44 -  20 -  45 -  61 -  65 -  72 -

Questo sito web è ospitato sui server del Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto per le Tecnologie Didattiche Sezione di Palermo.